🎄🎅🎄 Per tutti gli ordini (di articoli disponibili per la consegna immediata) che riceveremo dall'Europa entro il 13 dic, garantiamo la consegna entro Natale. Rimaniamo chiusi durante le Feste dal 24 dic 2019 e torniamo il 2 gen 2020.

Dai primi giri ai professionisti di domani


Per andare in bicicletta è di assoluta importanza sentirsi sicuri e avere la piena padronanza del mezzo. Le woom bike e i loro componenti crescono insieme alle abilità dei bambini. Proprio nella prima fase di apprendimento è importante che i bambini imparino bene a usare la bicicletta. Poi saranno inarrestabili! woom accompagna i bambini con biciclette ultraleggere, dal design sofisticato e a un prezzo accessibile da un anno e mezzo d'età fino a 14 anni. Andare in bicicletta con woom, un vero spasso!

I primi passi con la bicicletta (con o senza pedali)

All'inizio dell'avventura con la bicicletta è importante saper mantenere l'equilibrio.

Vai alla bici senza pedali.
Imparare ad andare in bicicletta in 15 minuti

Imparare ad andare in bicicletta è semplicissimo. Ed è ancora più facile seguendo i consigli giusti!

Qui trovi alcuni dei nostri consigli
In bicicletta su ogni tipo di terreno

Ora si tratta di imparare la tecnica. In una giornata all'aria aperta si può imparare molto.

Qui trovi i consigli per i professionisti

 

 

Il primo passo per imparare ad andare in bicicletta: mantenere l'equilibrio


Stimolare la curiosità dei bambini appena imparano a camminare.Il posto migliore sarebbe in un ambiente dove ci sono già altri bambini che scorrazzano su due ruote. Osservando, i bambini si incuriosiscono e vogliono provare anche loro. Non serve a nulla fare pressione sui bambini. Sono loro a decidere quando è arrivato il momento giusto per salire sulla bici senza pedali. Grazie al sellino basso e al manubrio alto, guidare una bici senza pedali è un po' come camminare. Piano piano, i passi sulla bici senza pedali diventano più lunghi e invece di camminare il bambino scorre sulle due ruote.


È possibile aiutare il bambino facendolo andare su un terreno leggermente in discesa e lontano dal traffico o da situazioni che possono causare stress. Anche se i bambini usano intuitivamente i piedi per frenare, quello è il momento giusto per insegnare loro a usare correttamente il freno. In questo modo, il passaggio alla bici a pedali e al freno manuale sarà più semplice! Consigliamo vivamente di far sempre indossare al bambino il casco e i guanti.


     woom  1     

"Generalmente i bambini iniziano a guidare la bici senza pedali in un'età compresa tra un anno e mezzo e due anni e mezzo. La cosa più importante è che il bambino deve volerlo, insistendo non si ottiene nulla!"

Christian Bezdeka Fondatore di woom

Con la bici senza pedali tra le gambe e il manubrio in mano i bambini fanno i primi passi nel mondo delle biciclette. Imparano al meglio imitando gli altri, quindi prendi la bici senza pedali e vai con il tuo bambino in un parco dove vanno in bicicletta anche altri bambini.

1° passo: camminare

  • Consiglio numero 1: regolare la sella in posizione giusta, il bambino dovrebbe avere entrambi i piedi bene a terra. Tra la sella e il sedere del bambino dovrebbe esserci uno spazio di circa 3-5 cm.
  • Consiglio numero 2: all'inizio un adulto può tenere il bambino per le spalle fino a quando non avrà imparato a fare i primi passi e acquistato un po' di stabilità con la bici senza pedali.

Ora i passi diventano sempre più lunghi: dopo aver imparato a camminare è arrivato il momento di imparare a guidare. Con un po' di esercizio, i bambini saranno addirittura in grado di stendere orgogliosamente le gambe in aria mentre guidano la loro bici.

2° passo: scorrere

  • Consiglio numero 1: non appena il bambino passa più tempo correndo che camminando con la bici tra le gambe, si può gradualmente alzare la sella.

Nel migliore dei casi, i bambini imparano a frenare già con la bici senza pedali. Questo infatti è il momento in cui possono ancora esercitarsi a frenare con i piedi al suolo. Il freno manuale della bici senza pedali woom prepara i bambini a frenare in modo corretto ed efficace con una bicicletta a pedali. Questo, insieme alla conquista dell'equilibrio, significa che con la loro prima bicicletta i bambini dovranno soltanto imparare a pedalare!

3° passo: frenare!

  • Consiglio numero 1: non appena i bambini saranno in grado di guidare la bici senza pedali è arrivato il momento di fare vedere loro come si frena con la bici senza pedali sollevata. I bambini vedranno come la ruota posteriore si blocca tirando la leva del freno, realizzata appositamente per essere usata anche dalle mani dei più piccoli.

 

 

I piedi sui pedali:
imparare ad andare in bicicletta in 15 minuti


Adesso è ora di pedalare. Il passaggio dalla bici senza pedali a quella con i pedali è più breve di quanto possa sembrare in un primo momento. Se i bambini hanno già imparato a mantenere l'equilibrio con la bici senza pedali, il passaggio alla bicicletta con i pedali è davvero molto semplice. E anche se non è facile impareranno ugualmente ad andare in bicicletta! L' importante è mostrare al bambino la connessione tra la pedivella e le ruote. In questo modo capirà cosa significa pedalare! Dopodiché, la cosa migliore è spiegargli subito come funziona il freno posteriore verde.

Solitamente bastano pochi giri di pedivella per far capire al bambino come funziona il meccanismo e fargli venire voglia di provare a pedalare. Leggermente sostenuti da mamma e papà che li tengono per le spalle e guardando in avanti possono fare i loro primi tentativi provando anche i freni anteriori e posteriori. Questi hanno colori diversi per impedire che il bambino li confonda.


     Trova la bici adatta!    

"Generalmente i bambini imparano ad andare in bicicletta tra i tre e i cinque anni di età. Il processo di apprendimento è più facile se hanno già imparato a sentirsi a proprio agio su una bici senza pedali."

Christian Bezdeka Fondatore di woom

Prima di cominciare con la pratica vale la pena di sfruttare la curiosità del bambino per spiegarli le principali funzioni di una bicicletta. Una volta capito il funzionamento, il bambino riuscirà a pedalare con maggior facilità. Soprattutto se ha imparato a guidare una bici senza pedali non avrà alcuna difficoltà con i pedali. Importante: indossare sempre il casco e i guanti.

1° passo: pedalare

  • Consiglio numero 1: mostra al bambino come si muove la ruota posteriore quando gira la pedivella: solleva la bicicletta e fai girare i pedali il più velocemente possibile. Poi blocca con il freno.
  • Consiglio numero 2: l'altezza del sellino dovrebbe essere impostata in modo tale da permettere al bambino, quando è seduto sulla sella, di toccare bene terra con entrambi i piedi, soltanto i talloni possono essere leggermente sollevati.
  • Consiglio numero 3: aiuta il bambino ai suoi primi tentativi tenendolo per le spalle o reggendo la sella. Non tenerlo però troppo stretto e non usare le rotelle. Il bambino imparerà automaticamente a mantenersi in equilibrio, soprattutto dopo che avrà acquistato un po' di velocità.

È quasi arrivato il grande momento! Anche se è necessario ancora un piccolo aiuto di mamma e papà, è importante che il bambino percepisca la spinta in avanti quando pedala.

2° passo: guidare la bicicletta

  • Consiglio numero 1: non appena il bambino è in grado di pedalare autonomamente, i genitori possono allontanare le mani per qualche istante permettendo al bambino di pedalare da solo per periodi di tempo sempre maggiori.
  • Consiglio numero 2: il posto migliore per imparare è un terreno leggermente in discesa che offra spazio a sufficienza e che non presenti ostacoli come i bordi dei marciapiedi.

Per i primi metri è importante sempre correre vicino al bambino per fermare delicatamente la bicicletta o, se necessario, per evitare cadute. Dopo alcuni tentativi il bambino può provare a frenare da solo!

3° passo: frenare e fermarsi

  • Consiglio numero 1: il bambino tende istintivamente a frenare con i piedi. È perciò importante mostrargli quanto prima come si usa il freno con la leva verde! Prima si frena, poi si mettono i piedi per terra: questo è il modo migliore per fermarsi!

Il passo finale verso l'indipendenza e l'avventura su due ruote: guidare da soli. È molto facile se si tengono a mente un paio di punti importanti!

4° passo: guidare da soli

  • Consiglio numero 1: ogni bambino ha una gamba dominante. Quando dà un calcio a un pallone, o a una pigna, usa il piede destro o il sinistro? Questo è il piede che dovrebbe poggiare sul pedale per partire. Il pedale dovrebbe essere posizionato a ore 13. Ora, sedersi sulla sella, girare il pedale in posizione corretta, poggiare il piede sul pedale, premere e darsi la spinta iniziale con l'altra gamba.
  • Consiglio numero 2: in alternativa si può partire come il bambino faceva fino a quel momento con la bici senza pedali, ovvero facendo scorrere la bicicletta, e una volta acquistata un po' di velocità mettere i piedi sui pedali.
 

 

"Un modo perfetto per far pratica è quello di combinare l'allenamento con la bicicletta a una perfetta giornata nel parco."

Christian Bezdeka Fondatore di woom
 

Affina, migliora, impara...
Allena le tue abilità


Si aprono nuovi orizzonti. Ormai non si va più solo dritti, ma anche in salita, a tutta velocità in curva e alla scoperta del mondo. I bambini sono in grado di sedere sulla sella senza problemi e scoprono cose sempre nuove. Una marcia sola non basta più: è ora della prima bicicletta con il cambio! Sulle woom bike si impara a cambiare le marce in modo semplice e veloce. Il passo successivo è quello di superare gli ostacoli nella natura e nel traffico.


Perfezionare le proprie abilità. Per fare sport, andare a scuola o per incontrare gli amici il pomeriggio. Con la bicicletta, i bambini sono più autonomi. Lo sapeva già l'inventore tedesco Adam Opel: "Nessun'altra invenzione unisce utilità e piacere così profondamente come la bicicletta." Anche se i bambini hanno già imparato ad andare in bicicletta vale sempre la pena di provare qualcosa di nuovo e di continuare ad esercitare le vecchie abilità.



    Trova la bici adatta!    

Cambiare la marce in modo scorrevole mantiene il materiale in buone condizioni e non costa fatica. La cosa migliore è dire al bambino quale marcia deve inserire e lasciare che la cambi da solo facendo meno rumore possibile.

Cambiare le marce


  • Consiglio numero 1: all'inizio fare insieme i primi tentativi di cambiare la marcia, su una superficie piana. Dire al bambino di smettere di pedalare per un momento, mostragli come girare il comando cambio e poi dirgli di riprendere a pedalare delicatamente. L' idea è quella di fargli capire il principio in modo divertente: andare veloce, inserire una marcia superiore, diminuire la velocità, inserire una marcia inferiore.
  • Consiglio numero 2: il bambino può esercitarsi a cambiare la marcia silenziosamente su un terreno leggermente in salita. Prima di salire su una collinetta si deve accelerare un po', poi si diminuisce leggermente la pressione sui pedali, si cambia la marcia e poi si riprende a pedalare delicatamente fino a quando la catena non è inserita bene.

Prima di affrontare il traffico, i bambini devono essere in grado di superare con padronanza alcuni piccoli ostacoli. Questi possono essere delle radici d'albero nel parco, sentieri accidentati o superfici scivolose: con i nostri consigli e qualche esercizio mirato è possibile superarli senza farsi male.

Superare gli ostacoli

  • Consiglio numero 1: per guidare su superfici irregolari i bambini devono assumere la cosiddetta posizione di base, vale a dire con i pedali in posizione orizzontale rispetto al terreno, poi andando a media velocità alzarsi in piedi con le ginocchia leggermente piegate. Con i fianchi centrati sopra il movimento centrale, i gomiti leggermente piegati verso l'esterno e le spalle in direzione del manubrio. Questa è la posizione ideale per assorbire e compensare le irregolarità del terreno.
  • Consiglio numero 2: per evitare di rimanere intrappolati in ostacoli come i marciapiedi, i bambini devono imparare a "librarsi" sopra l'ostacolo sollevando leggermente la ruota anteriore durante la corsa. Il modo migliore per farlo è spingere forte sui pedali tirando leggermente il manubrio verso l'alto. Spostare delicatamente il peso del corpo all'indietro può anche essere d'aiuto per sollevare leggermente la ruota anteriore
  • Consiglio numero 3: anche le superfici umide, foglie e ghiaia possono rappresentare degli ostacoli. Bisogna imparare a guidare la bicicletta su fondo scivoloso a velocità ridotta. I bambini dovrebbero imparare a guidare e frenare restando in una zona definita fino a quando non sono in grado di fermarsi su una linea tracciata sul terreno.

Quando si fanno giri più lunghi, alzando leggermente la sella si riesce a pedalare in modo più efficiente. Consigliamo perciò di alzare la sella passo passo fino a quando le ginocchia sono solo leggermente piegate e il bambino riesce a toccare terra soltanto con la punta dei piedi. Prima però è importante che il bambino abbia sviluppato un buon senso dell'equilibrio. Per impararlo abbiamo qualche consiglio:

Perfezionare l'equilibrio

  • Consiglio numero 1: i bambini devono essere in grado di sentirsi sicuri e di avere la stessa padronanza del manubrio con una o con due mani, sia per segnalare con la mano la volontà di girare a un incrocio o per scacciare i moscerini dagli occhi. Il miglior modo per esercitarsi a guidare con una mano sola è quella di lasciar scorrere la bicicletta su una superficie piana a media velocità, senza pedalare. Per prima cosa allentare la presa con una mano, lasciare per qualche secondo il manubrio e vedere cosa succede. Allontanare piano piano la mano dal manubrio, sempre di più.
  • Consiglio numero 2: frenare senza poggiare i piedi a terra. Ci si dovrebbe esercitare su una superficie morbida. Il bambino deve frenare e fermarsi senza poggiare i piedi a terra e poi riprendere subito a guidare. È molto facile e divertente mantenere l'equilibrio se i pedali sono in posizione orizzontale!
  • Consiglio numero 3: si può esercitare il senso dell'equilibrio in modo divertente con due secchi e delle palline. Posizionare un secchio capovolto a una certa distanza dall'altro secchio. Poggiare una pallina sul primo secchio. I bambini devono ora passare con la loro bici accanto al secchio, prendere la pallina, pedalare fino al secondo secchio e lanciarla dentro.

upCYCLING

le woom bike crescono con il tuo bambino

I bambini crescono in fretta. Nonostante ciò vogliamo che il tuo bambino abbia sempre una bicicletta delle dimensioni giuste e che tu, a conti fatti, non debba pagare di più rispetto a soluzioni di compromesso di altro genere. Per questo abbiamo inventato il sistema upCYCLING.

  • All'acquisto della woom bike più grande otterrai un 40% di sconto sul prezzo di listino della woom bike che restituisci.
  • Basta un pagamento una tantum per diventare membri di upCYCLING a vita.
  • La bicicletta deve essere in buone condizioni.
  • Ci occupiamo noi della restituzione della tua woom bike e ci facciamo carico delle spese di spedizione.